MARIELLA GENTILE | architetto

Architetto nomade, è da sempre appassionata dello spazio pubblico considerato come luogo dove poter sviluppare un’intensa attività di sperimentazione e di ricerca. Sin dai tempi dell’università ha sviluppato questa sua ossessione trasformando il momento della tesi in un’occasione per ripensare il modo di abitare nelle periferie (Tesi “RIZOMA _Processi di riqualificazione della 167 di Pompei”). Ha proseguito i suoi studi seguendo il Master di secondo livello MAsp_Il progetto dello spazio pubblico approfondendo certe tematiche sulla progettazione urbana e accendendo l’interesse per il paesaggio e gli ambienti naturali (Progetto di fine master “Riqualificazione del Lago di Massaciuccoli” , Tesi “L’invisibilità degli spazi pubblici”).

Trasferitasi a Milano, ha avuto diverse esperienze lavorative che l’hanno portata da un lato a fare pratica di allestimento ed organizzazione di eventi, collaborando con il collettivo esterni e seguendo corsi di formazione sulla Progettazione di spazi temporanei, e dall’altro ad avvicinarsi alla Progettazione paesaggistica affrontando temi di architettura del paesaggio con lo studio LANDsrl.

Si interessa di arte e dal 2012 si occupa di Urban Art facendo graffiti in Italia e all’estero.

Dal 2014 collabora col collettivo Camposaz per l’organizzazione di laboratori intensivi di progettazione ed autocostruzione di oggetti architettonici pensati per valorizzare il paesaggio.

Nel 2015 si trasferisce a Lisbona per portare avanti un progetto di 6 mesi di ricerca e investiga-azione, finanziato dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, sul tema della riqualificazione delle periferie e l’architettura partecipata, collaborando con lo studio Ateliermob.

Attualmente vive a Lisbona e lavora come freelance collaborando con diverse entità per sviluppare progetti di architettura nello spazio pubblico. 

__

[EN]

A nomadic architect, she has always been passionate about the public space considered as a place where she can develop an intense experimentation and research activity. Since the time of the university has developed this obsession by turning the moment of the thesis on one occasion to rethink the way of living in the suburbs (Thesis “RIZOMA _Processing for the upgrading of 167 of Pompei”). He continued his studies following the Master’s degree MAsp_The project of public space deepening certain issues on urban planning and lighting the interest in the landscape and natural environments (Master’s project “Re-qualification of Lake Massaciuccoli”, Thesis “The invisibility of public spaces”).

After moving to Milan, she had several work experiences that led her to practice setting up and organizing events, collaborating with the external collective and following training courses on the design of temporary spaces, and on the other to get closer to the Landscape design by addressing landscape architecture themes with the LANDsrl studio.

He is interested in art and since 2012 deals with Urban Art making graffiti in Italy and abroad.

Since 2014 he has collaborated with the Camposaz collective for the organization of intensive design and self-construction workshops for architectural objects designed to enhance the landscape.

In 2015 he moved to Lisbon to pursue a 6-month research and investigation-action project, funded by the Banca del Monte di Lombardia Foundation, on the theme of redevelopment of the suburbs and participatory architecture, collaborating with the Ateliermob study.

He currently lives in Lisbon and works as a freelancer collaborating with various entities to develop architectural projects in public space.