MARIELLA GENTILE | Architect

Architetto nomade e eclettico, si interessa di architettura effimera generativa di  progetti che provocano mutazioni e metamorfosi dello spazio aprendo nuovi scenari elaborativi e ponendo una serie di sfide e di riflessioni strettamente interconnesse con la vita quotidiana liquida.

Nel 2010 si laurea ad Aversa con una tesi dal titolo “RIZOMA _Processi di riqualificazione della 167 di Pompei”, dove l’architettura generata crea un processo dinamico di rigenerazione urbana e sociale, toccando temi come il cohousing, l’economia circolare, l’agricoltura a Km 0, l’autosostentamento agricolo. 

Nel 2011 consegue un master di secondo livello a Lucca sulla progettazione  dello spazio pubblico, con una tesi di architettura del paesaggio a diverse scale di intervento  dalla pianificazione, alla progettazione e gestione degli spazi aperti e del paesaggio del Lago di Massaciuccoli.

Nel 2012 si trasferitasi a Milano, dove lavora attivamente con studi e collettivi sulle tematiche degli allestimenti temporanei (esterni) e dell’architettura del paesaggio (Yellow OfficeLANDsrl

Dal 2012 si occupa di Urban Art facendo graffiti ed esposizioni d’arte in Italia e all’estero.

Dal 2014 collabora col collettivo Camposaz per l’organizzazione di laboratori intensivi di progettazione ed autocostruzione di oggetti architettonici pensati per valorizzare il paesaggio.

Nel 2015 si trasferisce a Lisbona per portare avanti un progetto di 6 mesi di ricerca e investiga-azione, finanziato dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, sul tema della riqualificazione delle periferie e l’architettura partecipata, collaborando con lo studio Ateliermob.

Attualmente vive a Lisbona e lavora come freelance collaborando con diverse entità per sviluppare progetti di design e architettura.

__

[EN]

A nomadic and eclectic architect, she is interested in ephemeral generative architecture of projects that provoke mutations and metamorphosis of space, opening up new processing scenarios and posing a series of challenges and reflections that are closely interconnected with everyday liquid life.

In 2010 she graduated in Aversa with a thesis entitled “RIZOMA _Processes for the redevelopment of the Pompei’s 167”, where the architecture generated creates a dynamic process of urban and social regeneration, touching on topics such as cohousing, the circular economy, 0 km agriculture, agricultural self-maintenance.

In 2011, she obtained a second level master’s degree in Lucca on the design of public space, with a thesis on landscape architecture at different scales of intervention, from planning to designing and managing the open spaces and the landscape of Lake Massaciuccoli.

In 2012 she moved to Milan, where she worked actively with studies and collectives on the themes of temporary set-ups (with esterni) and landscape architecture (with Yellow Office and LANDsrl).

Since 2012 she has been dealing with Urban Art doing graffiti and art exhibitions in Italy and abroad.

From 2014 she collaborates with the Camposaz collective for the organization of intensive design and self-construction workshops for architectural objects designed to enhance the landscape.

In 2015 she moved to Lisbon to carry out a 6-month research and investigation-action project, funded by the Banca del Monte di Lombardia Foundation, on the subject of redevelopment of suburbs and participatory architecture, collaborating with the Ateliermob studio.

Currently she lives in Lisbon and works as a freelance collaborating with various entities to develop design and architecture projects.